Bevendo l’ottimo vino rosso, bianco e rosato

vino

Tra le bevande alcoliche più apprezzate al mondo vi è senz’altro il vino: in commercio si trovano quello rosso, il bianco ed il rosé, tre proposte perfette da sorseggiare con abbinamenti differenti.

Una bevanda che piace davvero a tutti

Il vino è sicuramente una tra le bevande più apprezzate, da servire per un aperitivo come pure un pasto: questa bevanda alcolica, preparata tramite la fermentazione dell’uva o del mosto ci consente di portare in tavola ben tre varianti dello stesso. Nei negozi specializzati nella vendita di bevande alcoliche così come nei supermercati, oggigiorno, è possibile trovare tre proposte di vino: il rosso, il bianco ed il rosé. Ogni singola proposta custodisce un gusto preciso e distinto dall’altro, anche in base alla lavorazione ed unione delle uve per la preparazione della gustosa bevanda. Naturalmente tra le ulteriori caratteristiche che si possono evidenziare quando si parla di vino riguarda il tipo: ad esempio, possiamo trovare quello fermo che non presenta alcuna effervescenza o, per l’appunto, quello mosso che ha al suo interno anidride carbonica. Il vino frizzante e lo spumante sono classificati proprio come due vini mossi o effervescenti. Come abbiamo accennato prima, poi, il vino è disponibile in tre varianti! Il vino bianco è prodotto con uva dall’acino bianco da cui si ottiene il succo; nel caso di vini come il Pinot Noir si possono usare anche uva a bacca nera, a patto però che venga eliminata subito la buccia. Il vino rosato, invece, si produce utilizzando esclusivamente uva nera che viene lavorata velocemente in maniera tale da poter ottenere il succo. La buccia viene mantenuta ma il tempo di lavorazione va da 2 ore sino ad un massimo di 36, in maniera da cedere solo un po’ di colore al mosto. Infine, il vino rosso – quello dalla tonalità più scura – viene fatto dal mosto macerato sulle bucce: in questo modo si possono estrarre polifenoli e sostanze colorati in maniera naturale.

Le temperature di servizio

Prima di parlare degli abbinamenti del vino, è necessario conoscere anche le temperature ideali a cui il vino può essere servito! Nel caso del vino bianco si va dagli 8 ai 14°C, mentre che per quanto concerne i vini rosati si parla di una temperatura compresa tra i 10°C ed i 14°C. Infine, parliamo del vino rosso che ha bisogno di una temperatura compresa tra i 14°C e 20°C per poter essere gustato correttamente in tavola. In questo modo, difatti, potrete assaporare al meglio le uve prescelte per il vini e percepire le note presenti all’interno di esse.

Gli abbinamenti per gustare il vino

Quando prepariamo un buon pranzo, non possiamo fare a meno di pensare anche ad un ottimo vino da accompagnare ai pasti. Proprio per questo, è fondamentale associare determinati piatti ai vini, così da poter esaltare al meglio il gusto dei prodotti che si mangia e di quello che si beve. Iniziamo parlando dei vini bianchi e in questo caso potrete preparare mangiare dei piatti a base di pesce, ma anche verdure e carni bianche. In generale, però, il vino bianco è buono anche con piatti a cottura veloce e sughi poco complessi. Il vino rosato, invece, è ugualmente ottimo con il pesce, ma anche con la pasta condita con sughi semplici e salumi delicati. Infine, il vino rosso è assolutamente consigliato con carni rosse, formaggi, cacciagione e con tutte quelle preparazioni elaborate che richiedono lunghe cotture.