foie gras

Il foie gras è uno dei prodotti più celebri della cucina francese: letteralmente, si tratta del fegato di anatra o di oca che, però, non viene prodotto nel nostro paese giacché illegale.

Come viene prodotto il foie gras

Il foie gras, preparazione fatta a base di fegato d’oca o anatra, ha origini assai antiche che risalgono addirittura agli antichi romani. Questo prodotto, vero e proprio simbolo della cucina francese, lo si può gustare in diversi modi, in base a come viene prodotto. Ad ogni modo, il foie gras più gustoso è sicuramente quello d’oca che è proposto con un peso che si aggira tra i 600  e 1 chilo; generalmente, si presenta diviso di una lobi di colore giallo/rosa (simile ad un petto di pollo). Quello d’anatra, invece, è più piccolo tant’è vero che il peso massimo che può raggiungere è di 500 grammi. A differenza del precedente, il fegato d’anatra ha un gusto più deciso. Quando si acquista il foie gras è necessario osservare attentamente che si ha dinnanzi ai propri occhi: infatti, dovrete selezionare esclusivamente prodotti realizzati tramite oche o anatre di allevamenti etici che non pratico il barbaro metodo del gavage (alimentazione forzata).

Come acquistare un prodotto di qualità e non un falso

Le etichette dei prodotti giocano sempre un ruolo assai importante nell’acquisto di qualunque prodotto alimentare: infatti, sarà necessario controllare attentamente l’alimento che acquisterete, prima di commettere un errore e ritrovarvi con un cibo di scarsa qualità. Tra le etichette/sigle più affidabili da trovare sopra alla confezione di foie gras vi è l’IGP ovvero indicazione geografica controllata, ma anche la dicitura “Oie du Périgord” (Oca di Périgord). Quindi diffidate dalla semplice etichettatura che cita l’origine francese, poiché non viene detto molto circa la natura del prodotto stesso. Ricordatevi, inoltre, che alcuni foie gras possono esser stati insigniti della medaglia d’oro del “Concours Général Agricole de Paris” e, dunque, sono ottimi da portare in tavola. Infine, vi suggeriamo di acquistare solo foie gras di qualità che non contengono coloranti, additivi, conservanti ed aggiunta di alcool  quale Porto o Armagnac, giacché quest’ultimi nascondono il vero sapore del prodotto e, magari, mascherano anche la scarsa qualità.

Gli accostamenti migliori con il foie gras

Vi state chiedendo come mangiare il foie gras? Generalmente, il foie grass è servito come primo piatto a freddo o, in alternativa, usato per farcire preparazioni a base di frutta, come quelle con i fichi. In altre circostanze, si può utilizzare il paté spalmato sul pan brioche, accompagnandolo con delle mele cotogne oppure delle cipolle rosse. Dunque, potrete divertirvi a fare un buon antipasto, spalmando il foie gras su dei crostini di pane. Se, però, volete usare il fegato d’oca intero, vi suggeriamo di affettarlo accuratamente per preparare delle golose scaloppine che, in tal caso, potrete servire da calde. Infine, potrete anche servire il foie gras con vini liquorosi o, perché no, dello champagne Brut. Ora non vi resta che mettervi al lavoro!