Quali sono gli insetti commestibili più buoni?

Quali sono gli insetti commestibili più buoni?

9 Giugno 2023 0 Di Ilaria

L’argomento degli insetti commestibili è sempre di più sulla cresta dell’onda. Tutti ne parlano, tutti li vogliono commercializzare, molti li provano. Dopo una prima reazione di ribrezzo, molte persone si trovano a volerli provare per diversi motivi: per motivi etici, di rispetto dell’ambiente, per curiosità. Ma quali sono gli insetti commestibili più buoni? Scopriamolo assieme. 

Entomofagia ovvero mangiare gli insetti: ci piace davvero?

Il termine entomofagia deriva dal greco éntomos ephagein, che significa per l’appunto mangiare insetti. Ebbene, dovete sapere che anche se per noi si tratta in qualche modo di una novità che ci fa anche un po’ storcere il naso, per tanti altri popoli del mondo è del tutto normale. Solo in Europa e in Nord America mangiare insetti non fa parte della nostra cultura. E’ normale dunque che non ci piaccia. Ma se proveremo, potremmo scoprire anzi che ci sono alcuni insetti di nostro gusto. E allora scopriamo gli insetti commestibili più buoni.

Perchè dovremmo mangiare gli insetti commestibili

Gli insetti sono una fonte nutrizionale eccellente. Saziano, fanno bene, offrono un elevato apporto proteico e non contengono grassi. Un’eccellente fonte di sostentamento per tante popolazioni in esplosione demografica perchè diciamocelo, anche se ci raccontano che si fanno sempre meno figli, è anche vero che al mondo siamo tanti. Tantissimi. Gli allevamenti intensivi di carne, oltre ad inquinare notevolmente l’aria che respiriamo con emissioni di gas metano davvero ingenti (dovute alle esalazioni dei bovini ma anche alla logistica che sposta queste merci da una parte all’altra del mondo) non riescono a seguire il passo dell’aumento della domanda di carne. E, ad onor del vero, gli insetti commestibili sono anche più sostenibili economicamente.

LEGGI ANCHE  Kuzu come si usa e a cosa serve

Ecco la lista degli insetti commestibili più buoni

Se volete provare l’assaggio degli insetti commestibili, vi consigliamo di informarvi in merito al loro sapore e cominciare a ragionare anche in merito a “da quale parte cominciare”. Ebbene, tra gli insetti più amati e graditi nel sud est asiatico e in America Latina troviamo

  1. Coleotteri
  2. Bruchi di farfalle
  3. Cavallette, locuste e grilli
  4. Api, vespe e formiche

Per chi ha viaggiato in Messico

Se avete mai viaggiato in Messico avrete forse assaggiato il Gusano de Maguey. Si tratta di una larva (in spagnolo gusano significa verme) della pianta dell’agave. Dicono da quelle parti che sia molto saporita! Da quelle parti il gusano de Maguey si usa anche per preparare un delizioso distillato. Sempre in Messico, si usa gustare le escamoles, ovvero le larve delle formiche. Pensate, anche gli Atzechi ne andavano pazzi!

Spostiamoci in Amazzonia

Rimaniamo in America Latina e vediamo cosa si gusta volentieri in amazzonia e dintorni. Pensate, in Amazzonia moltissimi gruppi etnici gustano volentieri gli insetti commestibili. I più amati da queste parti sono i coleotteri

Insetti commestibili tipici dell’Africa

Spostiamoci in Africa, dove non sono più i coleotteri i protagonisti, ma le formiche. In Africa dove spesso reperire fonti nutritive è un problema, la formica rappresenta la prima e migliore fonte proteica. C’è chi le gradisce crude, chi invece le mangia anche fritte. Anche le loro uova sono molto gradite. Nella parte più meridionale del continente africano si gusta volentieri una larva di lepidottero chiamata mopane worm. Si gusta essiccata, in salamoia, o anche fresca, fino ad arrivare a ricette più gustose, che la vedono protagonista di preparazioni in umido.

LEGGI ANCHE  Digiuno intermittente, cos'è ed esempi pratici

Nuova Zelanda e Australia

Dal continente africano ci spostiamo in Australia e in Nuova Zelanda, dove tutti vanno matti per delle grosse larve chiamate witchetty grubs, e per delle formiche particolarmente dolci chiamate honeypot ant (se andate in Colombia, le troverete anche li). Ecco, queste formiche – tra i vari insetti commestibili –  potrebbero piacervi: si nutrono della linfa di alcune piante e poi la trattengono nel loro corpo, per questo sono dolcissime!

Giappone, Cina e rimedi tradizionali

Anche i giapponesi non disdegnano gli insetti commestibili. Molto gradite le cavallette che abbondano nelle risaie, detta Inago. Gradite anche le vespe, con le quali si prepara un piatto chiamato Hackinoko.

Thailandia, India e Corea

Terminiamo la carrellata degli insetti commestibili con quelli graditi in Corea, India e Thailandia. Qui, gli insetti sono protagonisti di uno street food variegato e divertente. Avete mai visto gli spiedini di cavallette da passeggio oppure le cimici da sgranocchiare allegramente? Oppure avete mai provato i bachi in scatola? Da queste parti tutto è possibile.

Ebbene, vi abbiamo dato un’idea di massima in merito agli insetti commestibili che potreste provare a gustare. Da qualche parte bisognerà pur cominciare: dicono che sia il cibo del futuro!