Piccola guida agli additivi alimentari

Piccola guida agli additivi alimentari

26 Novembre 2021 0 Di Ilaria

Gli additivi alimentari – come il loro nome stesso ci suggerisce – sono sostanze che si aggiungono ai cibi per motivi differenti. Sono solitamente raggruppati in categoria a seconda della loro finalità. Imparare a leggere le etichette dei cibi ci aiuta a capire quale tipo di additivo è presente nei cibi. La sigla che indica gli additivi nelle etichette è composta da una lettera, la E, ed un numero. Conosciamo questi numeri.

Additivi naturali o additivi sintetici?

Gli additivi possono essere naturali o sintetici. E’ un additivo naturale l’acido ascorbico ovvero la vitamina C, la lecitina di soia (dotato di proprietà antiossidanti), l’acido lattico e l’anidride carbonica. I più discussi sono ovviamente gli additivi sintetici: tra questi menzioniamo l’aspartame (un dolcificante) e il glutammato (un esaltatore di sapidità).

Ecco i vari additivi suddivisi per numero

I coloranti

100 – 199 – Si usano per rendere il colore dei cibi più uniforme o più intenso oppure per cambiarlo.

I conservanti

200 – 299 – Si usano per prolungare il periodo di tempo durante il quale è possibile consumare un alimento

Gli antiossidanti o correttori di acidità

300 – 399 – Stabilizzano l’acidità del prodotto in modo che sia più gradevole al palato e ne migliorano la freschezza

LEGGI ANCHE  Cosa succede se mangi male per una settimana?

Gli addensanti, stabilizzanti ed emulsionanti

400 – 499 – Apportano un miglioramento alla consistenza dei cibi e di conseguenza ne migliorano anche l’aspetto

I regolatori di acidità e gli antiagglomeranti

500 – 599 – Questi additivi hanno lo scopo di mantenere il PH di un alimento dentro un range di valori prestabilito e per questo motivo rendono l’alimento più stabile. Gli antiagglomeranti evitano che i prodotti si ammassino (per esempio i prodotti in polvere).

Gli esaltatori di sapidità

600 – 699 – Migliorano il sapore del prodotto

Vari

900 – 910 cere, 919 – 919 glasse, 920 – 929 agenti ausiliari; 930 – 949 gas per confezionamento; 950 – 969 dolcificanti; 990 – 999 schiumogeni

Altri prodotti

1100 – 1599 – altre sostanze

L’EFSA è l’organo dell’Unione Europea che si occupa di valutare la sicurezza degli additivi alimentari e ad autorizzarne l’uso. EFSA sta per European Food Safety Authority