Mangiare vegano, perchè?

Mangiare vegano, perchè?

16 Gennaio 2023 0 Di Ilaria

Mangiare vegano è una scelta che fa bene al corpo ed al pianeta. Chi è onnivoro può sperimentare un po’ di diffidenza verso la dieta vegana, trovando strani e difficili da accettare taluni ingredienti tipici di questo regime alimentare (come il tempeh, il tofu e altri). Ma, in fondo, molti di noi si alimentano in modo vegano senza saperlo. Vediamo in che modo e scopriamo perchè la dieta vegana non è poi così male. 

Perché mangiare vegano

Sono sempre di più le persone nel mondo che optano per il cambiamento del loro regime alimentare e decidono di mangiare vegano. Le ragioni possono essere innumerevoli: l’esigenza di cambiare vita, una rinnovata sensibilità verso la salute del pianeta, un documentario sugli allevamenti intensivi visto in televisione, il consiglio di un medico… Fatto sta che optare per un’alimentazione a base vegetale non è del tutto sbagliato ed anzi ha diverse ripercussioni positive sulla nostra salute, sulla salute del pianeta e sul benessere di innumerevoli specie animali.

Mangiare vegano non comporta poi così tante rinunce

Non tutti sanno che la dieta vegana non è poi così strana e che anzi come già accennato moltissimi ingredienti vegani sono già presenti nelle nostre dispense. E molte ricette che cuciniamo settimanalmente sono vegane. I falsi miti sulla cucina vegana abbondano. Insomma, se è vero che questo regime alimentare prevede che non si consumino alimenti di origine vegetale, è anche vero che le ricette che si possono realizzare con “tutto il resto” sono innumerevoli e golose. Non è insomma una dieta di rinunce, ma anzi è piuttosto una dieta di scoperta! Tutto sta nel cambiare approccio mentale e nell’imparare a fare una spesa ricca e golosa senza prendere in considerazione gli alimenti di origine animale. Vediamo subito come mangiare vegano nel dettaglio.

LEGGI ANCHE  Insetti commestibili, quali sono?

Come è strutturata una dieta vegana

La dieta vegana è strutturata per un 50% da alimenti di origine vegetale, ovvero frutta e verdura di stagione. A questi vanno aggiunti un 25% di legumi ed un 25% di cereali. Non devono mai mancare grassi buoni di origine vegetale, come l’olio extravergine di oliva, e l’acqua in abbondanza. In questo modo le ricette vegane sono nutrienti ma anche divertenti e decisamente molto colorate.

Vedremo prossimamente quali sono gli ingredienti da tenere sempre in frigo e in dispensa per dare il via ad un nuovo stile alimentare e cominciare a mangiare vegano.