Come andare in chetosi e dimagrire facilmente

Come andare in chetosi e dimagrire facilmente

3 Giugno 2021 0 Di Ilaria
Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La dieta chetogenica non è solo una moda passeggera ma è un vero e proprio stile di vita che ci consente di perdere peso e dimagrire facilmente. Il problema per i “non addetti ai lavori” è come entrare in chetosi e come rimanervi. Vediamo dunque come fare per raggiungere questi obiettivi e mantenere il peso che si desidera nel tempo. 

I chetoni, questi sconosciuti

Tramite la dieta chetogenica il nostro corpo, privato dei carboidrati, deve trovare le energie per compiere le sue funzioni altrove. E allora le trova nei chetoni, che produce lui stesso attingendo alle riserve di grasso che trova qua e là. E’ una spiegazione certamente grossolana e superficiale, ma ha il suo perchè ed è tutto sommato efficace. La domanda ora è: come spingere l’organismo ad attingere ai chetoni? Vediamo allora come andare in chetosi e dimagrire facilmente.

Sapevi che è possibile entrare in chetosi in sole 24 ore?

Due consigli: alimentazione corretta e strategia del digiuno

1 – Alimentazione da seguire per entrare in chetosi velocemente

Per entrare in chetosi in meno di 24 ore dovrai essere un po’ drastico. Questo non vuoi dire farsi del male o patire chissà quali pene dell’inferno, ma sicuramente significa entrare nell’ordine di idee che avete un obiettivo da perseguire e intendete raggiungerlo. Dunque, via gli zuccheri. Non ti servono. Sapevi che il caffè amaro sa davvero di caffè? Dolcificarlo non serve davvero a niente. Anzi, assaggiare i cibi senza zucchero ti farà riapprezzare alcuni sapori nuovi che non avevi mai preso in considerazione. Anche i carboidrati contengono zuccheri. Dunque, via anche i carboidrati. Ma non tutti. Riducili notevolmente ed eliminate le farine raffinate dalla tua dieta. Vanno bene i grani antichi o le farine integrali. Fai conto che il tuo piatto di pasta sarà di 50 grammi. Ed ora parliamo dei grassi. Esistono dei grassi buoni e dei grassi cattivi. Questo ormai è noto ed assodato. Via i grassi cattivi e largo ai grassi buoni. L’olio di cocco è un grasso buono, così come l’olio di avocado. Anche l’olio di oliva lo è, e fa molto bene al nostro apparato cardiovascolare. Dunque è promosso! Poi, non privare il tuo corpo delle proteine. Le proteine servono per prevenire il decadimento muscolare e per consentire al fegato di lavorare adeguatamente.

2 – Provare a fare qualche piccolo digiuno, un po’ alla volta

Infine, prova a praticare un piccolo digiuno. Bevi a volontà quanto vuoi e non rinunciare ad un thè o caffè amaro. Se riesci a digiunare la notte non ti accorgerai che le ore passano senza che tu mangi nulla. Prova a cenare presto e a non pensare più al cibo sino al mattino dopo. Il mattino dopo, se riesci, bevi solamente un caffè amaro e “tieni duro” fino a quando ti è possibile. Idealmente fino all’ora di pranzo, ma le prime volte anche fino a metà mattina. Se hai dei dubbi o delle patologie, consulta il tuo medico curante. Piano piano imparerai a conoscere il tuo corpo e ti renderai conto dei tuoi limiti. Durante il digiuno, il tuo corpo andrà in cerca di energie, e non trovando gli zuccheri che tu non gli hai fornito con l’alimentazione, indovina dove andrà? Andrà in cerca dei famosi chetoni che abbiamo citato in apertura. Il cerchio dunque si chiude e con esso le tue prime 24 ore di dieta chetogenica! Abbiamo risposto alla domanda “come andare in chetosi e dimagrire facilmente”? Ci auguriamo di sì. Non dimenticare di ripetere lo stesso meccanismo per diversi giorni, sino a quando questa non diventerà per te una normalissima routine….