Burro ghee o chiarificato: fa male?

Burro ghee o chiarificato: fa male?

20 Febbraio 2023 0 Di Ilaria

Il burro chiarificato non è molto noto agli italiani e non è molto usato nelle cucine di casa. O per lo meno, non lo era sino a quando il burro ghee non ha cominciato a far parlare di sè: di fatto, burro chiarificato e burro ghee sono due tipologie di burro private delle proteine del latte, ma di fatto sempre grasse. Molte persone per questo motivo ritengono che facciano entrambe male. Eppure non è così. Vediamo di mettere un po’ d’ordine sul tema.

Burro ghee e burro chiarificato, qual è la differenza?

Innanzitutto chiariamo la differenza tra burro ghee e burro chiarificato. Ebbene, il burro ghee si ottiene portando il burro ad ebollizione. Bollendo, il burro rimane privo di parte acquosa, di proteine e di lattosio. Cosa rimane? Solamente la parte grassa del burro stesso. La pratica della preparazione del burro ghee è antica e proviene dall’India: per ottenere il ghee ci vuole più o meno un’ora di bollitura e serve naturalmente un po’ di pazienza. Di volta in volta sarà anche necessario rimuovere la schiuma in superficie.

Il burro chiarificato non si ottiene per ebollizione del burro invece, ma per suo scioglimento a bagnomaria ed a fuoco molto dolce. Durante il processo di ebollizione a bagnomaria, il burro si separa in due parti, ben visibili tra di loro e ben distinguibili ad occhio nudo. Pensate, anche i famosi chef stellati si ricavano da soli il burro chiarificato con questo semplice metodo! La parte gialla è più grassa e rimane in superficie. La parte bianca invece è lo scarto, che si può usare per mantecare un risotto (se non siete intolleranti al lattosio naturalmente). Se decidete di gettarla, vi sconsigliamo di buttarla nel lavandino, perchè andrebbe a ostruire i tubi!

LEGGI ANCHE  Dieta dopo le feste e digiuno consapevole: ecco come dimagrire in fretta

Prodotti correlati Shop Laterradipuglia

Detto questo, torniamo all’origine della questione: queste tipologie di burro fanno male oppure no? Perché scegliere il burro chiarificato? Rispondiamo subito alla domanda.

Il burro chiarificato fa male?

Alla luce di quanto detto sopra, è naturale evincere che il burro chiarificato sia fondamentalmente un prodotto composto da grassi. E come ben sapete negli ultimi anni le tendenze in fatto di alimentazione spingono sempre di più verso scelte consapevoli ma che tendono anche a bandire – se non talvolta demonizzare – prodotti raffinati oppure grassi.

Il vantaggio del burro ghee

I grassi presenti nel burro chiarificato o burro ghee sono acidi grassi a catena corta, una particolare composizione chimica che fa sì che questi grassi siano digeribili velocemente e bruciati istantaneamente. Non sono quindi quei grassi che vanno a depositarsi qua e là nel nostro corpo formando massa grassa. L’importante naturalmente è non esagerare, ma questo vale per tutti i cibi.

Vantaggi del burro ghee e del burro chiarificato

1 – Punto di fumo molto elevato

Come detto, anche il burro chiarificato è un grasso e non bisogna abusarne. Ma questo tipo di burro in particolare è davvero interessante perchè ha un punto di fumo molto molto elevato. Brucia a 200 gradi! Dunque potete usare per cucinare e addirittura per friggere senza ill rischio di usare un grasso che invece brucia velocemente.

LEGGI ANCHE  Cesti natalizi vuoti: ecco come personalizzarli

2 – Perfetto per intolleranti

Un altro vantaggio è relativo alle intolleranze: sono sempre di più le persone che soffrono di intolleranza al lattosio oppure alla caseina. Ebbene, questo tipo di burro è sicuro per gli intolleranti e quindi è un’ottima alternativa al burro.

3 – Ricco di vitamine molto facilmente assimilabili

Ancora, un terzo vantaggio del burro chiarificato è quello relativo al suo apporto vitaminico. E’ ricco di vitamine A, E, D e K, ma l’aspetto interessante è che queste vitamine sono liposolubili, quindi si sciolgono nel grasso e grazie al grasso sono assorbite con grandissima efficacia dal nostro organismo. Si consideri che le vitamine sono davvero importanti per il nostro corpo perchè aiutano il buon funzionamento del sistema immunitario, sono di sostegno all’apparato scheletrico (a loro volta rivestono un ruolo importante nella assilimazione del calcio) e aiutano anche l’apparato visivo.

4 – E’ ricco di acido linoleico coniugato

Avete mai sentito parlare dell‘acido linoleico coniugato? Conosciuto anche con l’acronimo di CLA, l’acido linoleico coniugato ha diversi vantaggi provati da diverse ricerche scientifiche. Ecco quali sono i vantaggi:

  1. il CLA ci mette al riparo dall’aumento di massa grassa a favore del mantenimento di quella magra
  2. è un potente antiossidante, ci tiene al riparo dalle patologie tipiche del tempo che avanza, quelle legate anche allo stress ossidativo dei tessuti
  3. aiuta a tenere a bada i livelli di colesterolo nel sangue e protegge il sistema cardiovascolare (non a caso in India, dove si consuma molto burro GHEE, l’incidenza di patologie cardiovascolari e coronariche è decisamente bassa).
LEGGI ANCHE  Acqua proteica, cos'è?

Non vi resta che acquistare una confezione di burro chiarificato e di provare a usarlo in cucina, per la preparazione di piatti cotti, soffritti o fritti. Avrete tutto il gusto della frittura con un plus di salute e benessere!