Basilico, come conservarlo e averlo fresco (tutto l’anno)

Basilico, come conservarlo e averlo fresco (tutto l’anno)

25 Marzo 2021 0 Di Ilaria
Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il basilico è una delle erbe aromatiche più amate dagli italiani e, non a caso, ingrediente principe di uno dei capisaldi della gastronomia italiana: il pesto alla genovese. Il suo profumo intenso e gradevolissimo ed il suo colore brillante ci ricordano altresì la palette di colori tipica della dieta mediterranea che, non a caso, rievoca proprio il nostro tricolore. Ma parlando di basilico, come conservarlo e averlo fresco tutto l’anno? E’ tempo di mettersi all’opera.

Come e dove piantare il basilico?

Il basilico è una pianta che ama le temperature miti. Il consiglio è quello di non piantarlo con troppo anticipo. Se disponete di un balcone o terrazzo riparato, potete piantarlo già in febbraio marzo. Se invece intendete piantare il basilico all’aperto, vi consigliamo di aspettare la primavera inoltrata. Se decidete di usare dei vasi, tenete presente che il basilico può anche raggiungere i 50 cm di altezza, dunque non “sacrificate” troppo la vostra pianta. Inoltre, il basilico ha bisogno di molta luce, ma non ama il sole diretto, che ne brucia le foglie. Non dimenticate infine di annaffiarlo di frequente: il basilico ama l’acqua!

Come raccogliere il basilico?

Il basilico non si taglia dal basso, ma si raccolgono a mano le foglie partendo dalle più grandi (e dunque le più vecchie), una per volta. Lasciate sulla pianta le più piccoline e giovani, cosicchè abbiano il tempo di crescere. In questo modo tutta la pianta diventerà mano a mano sempre più robusta, infoltendosi a dovere e regalandovi innumerevoli foglie sino al termine della stagione.

Come conservare il basilico

Le opzioni per conservare il basilico sono differenti. Per congelare il basilico e godere del suo straordinario aroma tutto l’anno, vi consigliamo di lavare velocemente le foglie e poi di avere la cura di asciugarle perfettamente. Dopodichè potete riporle in un sacchettino per alimenti di quelli appositi per il freezer. In alternativa, potete conservarlo preparando un pesto. Potete realizzare un semplice e versatile pesto tritando le foglie con un minipimer o robot da cucina con l’aggiunta di un buon olio di oliva. Dopodichè non dovrete far altro che riporre in frigo il pesto, magari usando l’accessorio per i cubetti di giacchio. Sarà comodissimo, poi, usare i cubetti per dare un tocco mediterraneo alla vostra salsa di pomodoro, per insaporire le vostre ratatouille, i vostri piatti di pesce o qualunque altro piatto desideriate, in tutte le stagioni. Infine, potete anche essiccarlo. Mettete le foglie in forno a 40 gradi per alcune ore. Ce ne vorranno almeno 4. Dopodichè sbriciolatelo in un vasetto e riponetelo in dispensa.